Il Torcolo di San Costanzo

Il Torcolo di San Costanzo è un dolce tipico perugino creato in onore di San Costanzo, uno dei tre patroni della città, che viene festeggiato il 29 Gennaio. In origine nasce come un dolce povero, realizzato con ingredienti semplici e facilmente reperibili. Sulla sua particolare forma a ciambella esistono varie versioni, una delle quali sostiene che sembra rifarsi alla corona di fiori che fu apposta sul corpo ricomposto del santo, dopo la decapitazione, mentre i cinque tagli obliqui impressi sulla sua rappresentano le porte di accesso ai cinque rioni del centro storico di Perugia: Porta Sole, Porta San Pietro, Porta Susanna, Porta Eburnea e Porta Sant’Angelo.

Ingredienti:

  • 600 gr di farina
  • 330 gr di acqua tiepida
  • 170 gr di zucchero
  • 170 gr di cedro candito
  • 85 gr di olio extravergine d’oliva
  • 85 gr di burro
  • 170 gr di uvetta sultanina
  • 170 gr di pinoli
  • un uovo
  • 25 gr di lievito di birra
  • semi di anice a piacere

Preparazione:

In un contenitore concavo versare la farina a fontana, al centro sgretolarvi il lievito ed impastare il tutto con acqua tiepida. Lavorare il composto per qualche minuto finchè non si ottiene una consistenza omogenea simile alla pasta del pane. Riporre l’impasto a lievitare in un luogo caldo ed asciutto finché non avrà raddoppiato il suo volume.
Una volta lievitato, mettetelo su una spianatoia e iniziate a lavorarlo con le mani.

Aggiungete il cedro candito, l’uvetta, i pinoli, lo strutto, lo zucchero e i semi di anice. Lavorate l’impasto per dieci minuti, arrotolatelo e ponetelo in una tortiera ben imburrata. Riponete la tortiera in un luogo caldo a lievitare per circa tre ore.
Una volta raggiunta la giusta lievitatura, indorare la superficie con il rosso d’uovo ed infornare a 180 °C per circa 45 minuti.